Le amiche senza figli

pubblicato in: Vita da mamma | 2

Abbiamo tutte delle amiche senza figli.

 

Quelle amiche che, quando finalmente riusciamo a metterci d’accordo per andare a farci un aperitivo insieme, arrivano con venti minuti di ritardo “scusa ma ho finito tardi al lavoro e avevo solo mezz’ora per farmi la doccia e prepararmi”. Sono lì nel loro vestito ben stirato, il trucco curato ed il profumo che si sente da lontano. In quel momento visualizzo l’immagine di me stessa nella doccia, che in 5 minuti lavo me e Diana. Vesto entrambe, forse mi pettino, preparo la borsa per il cambio, mi infilo un paio di scarpe comode, arrivo alla porta e sento odore di cacca. Torno in bagno, lavo di nuovo la bambina e le cambio il pannolino. In meno di due minuti sono in macchina e arrivo puntuale all’appuntamento.

Foto di Andrea Riviera

Quelle amiche che di bambini ne sanno poco o niente. “Ah, ma la allatti ancora? Non è un po’ grande?” “Sai, ha solo tre mesi”. “Allora, ha imparato a parlare?” “No, ha un anno, sa dire qualche parolina”. “Ma non ti annoi a passare tutto il giorno con lei?” “Quando i figli sono tuoi è diverso”. Mannaggia a me che mi ostino ancora a rispondere a certe domande!

Quelle amiche che i figli proprio non li vogliono. Chiamano puntualmente al momento meno opportuno, durante una crisi di pianto di Diana, mentre cerco di metterla a dormire, quando ho appena chiuso gli occhi per riposarmi un secondo. Spengo la suoneria e penso “dopo richiamo”. Ma il dopo più opportuno non arriva mai e mi faccio risentire dopo tre giorni, loro fanno le offese. Perché avere figli non significa non avere vita sociale.

Quelle amiche che sono dispiaciute per te. “Che peccato che non puoi venire a quella festa, suona DJ Piripicchio, fanno i Mojito a 3 euro e c’è pure la spaghettata di mezzanotte” “Tranquilla, mi divertirò comunque. Farò un giro in bici con Diana, poi la metterò a dormire e mi guarderò un film con mio marito mentre ci beviamo un buon bicchiere di vino” “Mi dispiace davvero, prima o poi crescerà Diana e potrai andare alle feste” “Giuro che sono contenta di non andarci più alle feste!”. Faccia compassionevole.

Quelle amiche che “Non sei più la stessa”. E hanno ragione, perché un bambino ti sconvolge la vita e una volta diventata mamma non puoi essere la stessa persona di prima. Cambiano le priorità, gli interessi e i desideri. “Ti ricordi quella volta che abbiamo dormito sul pavimento della stanza di Maria in Spagna, perché non avevamo abbastanza soldi per l’ostello? E quando abbiamo percorso 500 km in pullman in Svezia solo per andare in quella discoteca?”. Sorrido ripensando alle nostre bravate, nonostante non abbia rimpianti trovo divertente pensare alla mia vita pre-concepimento.

Quelle amiche che si sono dileguate. Non è stato improvviso né pianificato, forse credevano davvero di poter continuare a frequentarci. Le telefonate si sono diradate, le vedo online su WhatsApp ma non saprei neanche cosa scrivere, non mi è più neanche capitato di incontrarle in giro. Forse le nostre vite sono incompatibili al momento.

Quelle amiche che i figli li vorrebbero tanto ma non arrivano. Mi tempestano di domande, sono realmente interessate all’argomento nanna e pupù, riempiono mia figlia di regali e la fanno giocare ogni volta che le incontro. Ma quando Diana è stanca vuole solo la sua mamma, mi viene in braccio e mi si accoccola in grembo. Allora un po’ di tristezza solca i loro visi.

Quelle amiche che “io non diventerò mai così“. Giurano che quando saranno mamme non si lasceranno mai andare, continueranno ad andare dal parrucchiere e a vestirsi alla moda, lasceranno i bambini con la baby-sitter per andare fuori a cena o al cinema, non allatteranno mai in un posto affollato e non cambieranno mai il pannolino del proprio figlio sul sedile posteriore di un auto. Sorrido pensando a cosa spetta loro, perché anche io sono stata un’amica senza figli.

Se vi interessa l’argomento, ecco altri post che fanno al caso vostro:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Settembre, il capodanno morale
Progetto schiaffo: niente più bambini dimenticati in auto

2 Risposte

  1. Fatti visitare se hai una figlia non sei niente di più dei tuoi amiche che stanno lottando x averla

    • Scusa Marina ma non capisco il tuo commento. Non credo di avere mai detto niente di male su chi cerca di avere dei figli ma non riesce, né tanto meno mi sento superiore a loro. O sbaglio?

Lascia una risposta